Target climatico Ue, WWF: si può fare di più
6 febbraio 2024
Target climatico Ue, WWF: si può fare di più
La Commissione Ue indica nel 90% il target di riduzione delle emissioni nel 2040 e per il Wwf "si tratta di un passo importante" ma "è interesse di tutti raggiungere la neutralità climatica prima". "Per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi dobbiamo raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 su scala globale - osserva la ong - Considerando la responsabilità dell'Ue per le emissioni storiche, sarebbe più giusto non fermarsi al 90%, ma puntare a zero emissioni nette entro il 2040". Come parte dell'obiettivo del 90%, la Commissione ha anche indicato come i settori dovrebbero contribuire agli sforzi per ridurre le emissioni, spiega il Wwf secondo cui "è evidente che non è prevista un'azione sufficiente sul fronte dell'uso del suolo, del cambiamento di uso del suolo e della silvicoltura, soprattutto attraverso il ripristino e la protezione degli ecosistemi naturali". Tutti i settori, agricoltura inclusa, spiega l'associazione ambientalista, "dovranno ridurre le emissioni in modo significativo e occorre passare a diete più sane con livelli inferiori di consumo di carne e latticini. Per l'agricoltura, il paradosso è ancor più evidente: più si accelera la decarbonizzazione, maggiori possibilità ci sono di limitare i fenomeni estremi che hanno già messo in ginocchio le attività agricole in molte zone e addirittura in alcune regioni, come la Romagna in Italia e la Tessaglia in Grecia. Maggiori in particolare le possibilità di evitare che il clima si destabilizzi e l'agricoltura divenga molto, molto difficile". Secondo il Wwf, "tutti i sussidi ai combustibili fossili dovrebbero essere eliminati immediatamente e le risorse liberate indirizzate per sostenere la transizione ecologica aiutando famiglie e imprese. Il quadro politico va rafforzato, cioè combinato con adeguate misure di politica sociale".
[Torna alla Home]
Archivio notizie
Proseguono come da cronoprogramma i lavori per il rigassificatore offshore di Ravenna, che approderà a 8,5 km da Punta Marina a fine anno per entrare in esercizio nel primo trimestre del 2025. Lo stato di avanzamento è pari a circa il 90% per le... [leggi tutto]
 
Il florovivaismo si conferma uni dei settori di punta del Made in Italy e continua a fare numeri da record - rappresenta il 4,7% della produzione agricola e l'export vale il 5,1% di quello mondiale - nonostante l'impatto del meteo avverso... [leggi tutto]
 
Allerta caldo e afa in tutta Italia: oggi sono 7 le città con il bollino rosso del bollettino delle ondate di calore del ministero della Salute, che indica il massimo livello di rischio caldo per tutta la popolazione, non solo quindi per i fragili.... [leggi tutto]
 
La lotta ai cambiamenti climatici presuppone un'azione collettiva da parte di governi, istituzioni, imprese e privati. Affinché ognuno di noi possa compiere scelte informate è fondamentale una buona comprensione della sfida climatica. Con un... [leggi tutto]
 
Per il tredicesimo mese consecutivo si sono registrate temperature sopra la norma: anche il mese di giugno è stato il più caldo di sempre a livello globale, con una temperatura media in superficie di 16,66 gradi (+0,67 gradi rispetto alla media del... [leggi tutto]
 
BNL BNP Paribas, in partnership con One Underwriting - Agenzia del Gruppo Aon, ha l'esclusiva di distribuzione del prodotto "Protezione Rischio Clima" da parte di SACE per il canale bancassurance della Banca. Nell'ambito della partnership, SACE... [leggi tutto]
News
12 luglio 2024
Proseguono come da cronoprogramma i lavori per il rigassificatore offshore di Ravenna, che approderà a 8,5 km da Punta Marina a fine anno per entrare in esercizio nel primo trimestre del 2025. Lo stato di avanzamento è pari a... [leggi tutto]
  Osservazioni in tempo reale
Segui XMeteo su Twitter
Segui XMeteo su Twitter
questa pagina: